Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Se continui la navigazione accetti di utilizzarli. Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Cliccando sul bottone "ok" qui a fianco, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Tutti in casa a giocare

Cosa fare quando il meteo o gli eventi costringono i bambini a stare in casa? Ecco alcune proposte per tenerli attivi, senza che si abbandonino alla televisione o ai videogiochi

La stagione ci riserva ancora noiose giornate da trascorrere in casa. Così sia che si invitino altri bambini, sia che si sia da soli con i propri, passare un pomeriggio senza che demoliscano la casa e senza che diventino teledipendenti diventa impresa ardua. Se si tratta di pochi bimbi l’ideale sono i giochi da fare insieme. Si potrà cucinare, costruire un pupazzo o il necessario per piccole sfide.

I pupazzetti di farina 
Occorrente: palloncini da gonfiare, farina, pennarelli, colla, fili di lana. Gonfiate i palloncini per ammorbidirli, poi fornite ai bambini un imbuto e farina bianca e fategleli riempire per bene. Fate il nodo e lasciate che ciascun bambino si sbizzarrisca a decorare il proprio pupazzetto.

Lancio degli anelli
Occorrente uno sgabello rovesciato o una ventosa da idraulico, cartone, forbici, colori. Ritagliate dal cartone degli anelli o dei ferri di cavallo e colorateli. A questo punto mettete i bimbi in cerchio intorno allo sgabello (o alla ventosa fissata sul pavimento) e cominciate i lanci. Vince chi fa più centri, e man mano si allarga il cerchio.

Palla e bicchiere
Occorrente: bicchieri di carta, spago, pongo. Forate il fondo dei bicchieri, uno per bambino, fatevi passare lo spago e fissatelo con un bel nodo. All’altro capo attaccate una palletta di pongo. E ora forza e polso per infilare la palla nel bicchiere.

FACCIAMOLI MUOVERE
Se i bambini sono pieni di vita, meglio farli sfogare in modo controllato.

Giochiamo a pallavolo 
per 2-6 bambini. I palloncini gonfiabili sono perfetti per giocare in casa senza danni. L’unica altra accortezza è quella di stabilire la regola che bisogna giocare stando in ginocchio o seduti per terra. Come rete basterà un pezzo di spago.

Soffia la piuma
Anche le piume che escono dalle imbottiture sono perfette. Si potrà cronometrare chi riesce a tenerla sospesa più a lungo a colpi di fiato o stabilire una sfida a due con passaggi e mete.

Facciamo il rallenty
Un buon sistema per fare ginnastica e lavorare sull’equilibrio e nel contempo calmare un po’ gli animi. Fate sistemare i bambini a un lato della stanza, schiena al muro, e poi dite loro di correre al rallentatore fino alla parete opposta. Vince chi arriva ultimo. È vietato stare fermi e il gesto da mimare deve essere la corsa.

IN CASO DI FESTA
Bambini fino a 4 anni
Segui il filo: Prendete un lungo pezzo di spago per ciascun bambino legatelo a un armadio dove nasconderete il premio quindi fatelo girare sopra e sotto ai mobili e agli altri pezzi di spago. Consegnate l’estremità opposta al rispettivo bambino e poi, via, tutti insieme, si arrotola la matassa fino al premio

Bambini fino dai 5 agli 8 anni
Come allo specchio: Dividete i bambini in due squadre e disponetele una di fronte all’altra. Ciascun bimbo della prima squadra inizia a muoversi mentre l’avversario che lo fronteggia deve imitare i movimenti, come in uno specchio. Potete far giocare le coppie a turno o contemporaneamente. Poi si cambia

Bambini fino dagli 8 anni in su
Gioco a squadre: Anche la casa si presta alla caccia al tesoro, purchè prevedite molte prove speciali con indovinelli, oggetti da trovare (stringhe di scarpe, calze, oggetti di colore dato ecc), canzoni da inventare...

PER CARNEVALE
Se i bambini sono in maschera, potete organizzare un goco dei mimi speciale. Divideteli in squadre, e fate una staffetta: un bimbo a turno deve mimare il costume di un compagno di squadra a cui passare il testimone e via così. Ovviamente il bambino che si accinge a mimare deve dichiarare (a un adulto o alla squadra opposta) che costume sta mimando. Vince la squadra che impiega meno tempo: potrete farli giocare in contemporanea o a turno, cronometrando. Fare solo andata o andata e ritorno.

Famiglia e dintorni

Cerca un articolo per parola chiave, premi poi su cerca.

Effettua il Log-in al sito

 

 



Iscriversi è semplice e veloce e potrai sempre essere aggiornato sulle promozioni e sulle ultime novità.