Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Se continui la navigazione accetti di utilizzarli. Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Cliccando sul bottone "ok" qui a fianco, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Povera schiena!

Le soluzioni per limitare i danni nella vita di tutti i giorni

Sulla sedia in ufficio, sdraiati su un divano, in piedi sull’autobus, mentre si fa sport: durante la giornata la schiena è sottoposta a tante sollecitazioni ed il dolore che spesso arriviamo ad avvertire può essere insopportabile. Non a caso il mal di schiena acuto è un problema molto diffuso, prima causa di assenza dal lavoro nei Paesi occidentali. Ma quali sono le cause? “La colpa non è quasi mai delle ossa - spiega Stefano Giovannoni, medico dell’Istituto Scientifico Italiano Colonna Vertebrale -. Di solito dipende da una minuscola difficoltà di funzionamento di muscoli, legamenti o disco, che non si riesce a identificare neanche con gli esami più approfonditi. Le cause gravi sono rarissime, meno di un caso su 300”.
È comunque importante conoscere le strategie per combatterlo, sia in ambito preventivo che riabilitativo. “Orientarsi tra le terapie è difficile - continua Stefano Negrini, fisiatra dell’Isico - anche perchè spesso il mal di schiena passa anche da solo, senza cure particolari. Resta un fatto: tutti soffrono, prima o poi, di mal di schiena”.
Cosa fare allora, per ridurre il rischio? “Prestate attenzione alla vostra vita quotidiana, imparando cosa fare e cosa non fare - risponde Michele Romano, fisioterapista dell’Isico -.
Il mal di schiena si combatte solo con la cura delle nostre abitudini”. Ecco qualche consiglio pratico da seguire.

Occhio alla postura!
Al computer: assicurarsi che lo schermo sia al centro della scrivania, per evitare che schiena e collo si sbilancino nel tentativo di leggere meglio.
Alla scrivania: controllare che l’altezza della sedia sia giusta, né troppo bassa (perché obbligherebbe la colonna vertebrale a incurvarsi) né troppo alta.
Alla guida: regolare il sedile in modo da trovarsi abbastanza vicini al volante; il bacino e la zona lombare devono essere a contatto con lo schienale e le gambe vanno mantenute leggermente flesse.
A letto: trovare la giusta posizione intervenendo tramite uno o più cuscini posizionati sotto le gambe, sotto la pancia, sotto la schiena o sotto la testa.
In piedi: non restare fermi nella stessa posizione per lungo tempo. Se possibile, appoggiare il bacino o la schiena ad un ripiano o ad un muro.

Attività fisica e mente libera
Sono sufficienti 10 minuti di esercizi fisici al giorno per migliorare la salute della propria colonna vertebrale. Anche se non esiste un’attività fisica ideale per la schiena, ci sono esercizi di rafforzamento e allungamento specifici per migliorarne e aumentarne la tenuta. Un corso di discipline dolci come lo stretching o lo yoga, ad esempio, aiuta ad allungare la muscolatura e a mantenere allineate le vertebre. Tenete poi conto che lo stress è nemico della schiena perché tende a fare irrigidire la muscolatura della colonna vertebrale. È quindi importante cercare di limitare quanto più possibile le situazioni che generano ansia: anche la schiena, proprio come la psiche, ne risentirà positivamente.

Cura di sè

Cerca un articolo per parola chiave, premi poi su cerca.

Effettua il Log-in al sito

 

 



Iscriversi è semplice e veloce e potrai sempre essere aggiornato sulle promozioni e sulle ultime novità.