Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Se continui la navigazione accetti di utilizzarli. Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Cliccando sul bottone "ok" qui a fianco, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Quel che conta è... il pacchetto

La sorpresa comincia dall'involucro: via libera alla fantasia (e al riciclo) per vestire i regali con quel che c'è. Ovvero, moltissimo. E chi riceve ringrazia

Il più costoso dei regali perde punti se è presentato in una confezione sciatta. Non solo: un pacchetto realizzato con la più costosa delle carte perde colpi vicino a uno vestito di cura, fantasia e riciclo. A condizione che il riciclo sia fatto a regola d'arte. Un esempio?  Per la confezione che vedete in questa pagina servono soltanto: carta da pacchi, spago, tempere. E...carta  igienica. Basta usare il rotolo di cartone centrale come stampino: integro per i cerchi, appena piegato per i cuori. Ma si può anche sfrangiare per fare stelle, o astri solari con i raggi ecc. Il segreto sta nell'abbinare con originalità più colori.

Il nero va sempre su tutto
Avete presente la carta nera che si trova nelle scatole delle scarpe appena acquistate? Tenetela da parte e usatela per i vostri pacchetti più chic. Vi basta comprare un pennarello bianco e usarlo per scriverci sopra indirizzo e testo di auguri, oppure per fare un bel disegno, oppure ancora per realizzare una semplice decorazione geometrica. Uno spago di rafia, oppure un cordoncino di colore contrastante completeranno la confezione. Ideale per i regali più piccoli, per esempio per i libri in formato tascabile.

Famiglia e dintorni

Cerca un articolo per parola chiave, premi poi su cerca.

Effettua il Log-in al sito

 

 



Iscriversi è semplice e veloce e potrai sempre essere aggiornato sulle promozioni e sulle ultime novità.